Vespa 1954

Trovata nell’Alessandrino, è arrivata in officina che era a pezzi, letteralmente… smontata, trasportata in tre cesti. Mancavano la metà dei componenti e le lamiere erano arrugginite, ma il dna era quello di una Vespa, originale del 1954, documenti compresi, insomma un potenziale gioiellino!

Per riportarla alle condizioni originarie abbiamo impiegato oltre due anni di fatica. Fatica nel seguire le procedure passo per passo, senza bruciare le tappe. Fatica nel montare e smontare, quando c’era qualcosa che non andava. Fatica nel trovare i pezzi mancanti originali e far sì che tutto fosse come allora. Ci siamo riusciti.

E questa due ruote color grigio è uno degli esemplari di restauro più riusciti. Questo modello si trova a 6.500 euro, ma, come spesso accade, per la persona che l’ha commissionata questa Vespa era impagabile, tale e quale a quella che il padre usava per portarlo in giro per le campagne e anche per questo non ci siamo mai arresi.

La parte più difficile del lavoro è stata il recupero degli elementi meccanici. Altri dettagli sono stati risolti più facilmente, come il clacson, si può vedere sullo scudo anteriore, prodotto dalla Bachel di Genova, la ditta che costruiva le componenti elettriche per Piaggio. Terminato il restauro, l’abbiamo re-immatricolata e collaudata. Va alla grande, ma non viaggerà più su strada.

Il nostro cliente la terrà come una statua, in mezzo ad un salone, nella sua casa di New York.